DecidiTorino

Indietro

Il mercato di corso Racconigi

GM GM  •  25/01/2018  •    3 commenti  • 

Questo il testo di lettera inviata al Sindaco, alla Presidente di Circoscrizione, stampa, tv ecc. Mai nessuna risposta. Chissà perché...

===

... In tempi di grandi e articolate analisi sociopolitiche, mi permetto di segnalare una piccola ma concreta realtà della nostra città: quella della pulizia, dell’igiene e del decoro dei mercati rionali. Di uno in particolare, quello di corso Racconigi (visto che ci abito accanto). Che dal lunedì al venerdì occupa il corso per mezza giornata – in realtà, più o meno dalle 4.30-5 del mattino alle 16 del pomeriggio, il sabato fino a sera molto inoltrata.

Ora, tutti dobbiamo lavorare ecc., ma ciò dovrebbe avvenire nel rispetto degli altri; e qualcuno (es.: polizia municipale, igiene ecc.) s’è mai preso la briga di vedere che cosa sono corso Racconigi e le vie limitrofe durante tutti i giorni lavorativi, sabato compreso? In breve: sede del corso spesso intasata ingombra di mezzi e cassette, traffico incarognito, sporcizia e lerciume dappertutto, scarti di frutta e verdura, imballi di ogni natura, toretti usati per lavare ogni sorta di merce (pesce compreso, alla faccia dell’igiene alimentare tanto evocata) e loro contenitori… Camion, furgoni, furgoncini, auto lasciati alla bell’e meglio… muletti e carrelli che vanno avanti e indietro come meglio aggrada loro, spesso incuranti delle regole della circolazione (devono lavorare)… Mezzi di cooperative che sostituiscono (?) l’Amiat lasciati sui marciapiedi (es.: angolo via Vigone) o nelle vie adiacenti (es.: via Luserna di Rorà) – con rispettivo lerciume tutt’intorno. Altri mezzi privati dediti alla raccolta delle cassette perpetuamente parcheggiati nei paraggi (es.: quello quasi all’entrata del garage di via Vigone, che a definirlo vetusto vien da sorridere)…

Le strade? Un lastricato di sporcizia, appunto. Certo, tutti i giorni (e al sabato sino a notte) sul corso lavorano i mezzi della nettezza urbana: ma l’unto e gli odori restano sempre… Unto e sporco anche sui marciapiedi di corso Racconigi. Idem nelle vie limitrofe. Già, perché lì chi pulisce? E il parcheggio interrato di via Vigone che cos’è diventato? Il primo piano è il magazzino neanche poi tanto occulto del mercato: però senza averne la struttura, le caratteristiche, la sicurezza… Alla faccia, appunto, della sicurezza e dell’igiene.

Domanda: ma la nostra amministrazione cittadina, nelle sue missioni all’estero, ha mai visitato i mercati – per dire – di Amsterdam, di Monaco (Baviera), in Francia? Non un filo di sporcizia: prima, durante e dopo il mercato.

Andate invece in corso Racconigi mentre i mercatali montano, e poi durante le ore di commercio, e poi quando se ne sono andati… E fate un giro per le vie adiacenti: godetevi il senso di pulito e la freschezza del luogo e il parcheggio selvaggio... E magari tornateci la domenica mattina, per assaporare gli afrori del pesce, o di chi – tanto lo fanno tutti – si lava l’auto al toretto…

I mercati sono ovviamente belli e utili ecc. ecc., tutti dobbiamo lavorare per vivere ecc. ecc. Ma se il senso civico e il rispetto per l’ambiente nel quale viviamo e per le norme che ne regolano l’uso qualcuno (mercatali e istituzioni preposte) li ha dimenticati (ammesso che li abbia mai conosciuti e rispettati), che cosa possono fare gli abitanti di quella zona?

Un cordiale saluto

Commenti (3)


È necessario iniziare la sessione o registrarsi per commentare.
  • mari999
    mari999  • 12/03/2018 20:59:37

    Abito nella stessa zona e sono pienamente d'accordo: l'igiene e il decoro della zona sono del tutto compromessi dal comportamento incivile degli operatori del mercato. Frutta e verdura sparsi ovunque fin dalle prime ore del mattino, per non parlare di ciò che si vede al sabato: un tappeto maleodorante di ortofrutta. Un comportamento inaccettabile, che non vedo mai sanzionato, ma neanche contestato, dai vigili.

    Nessuna risposta
  • GM
    GM  •  Autore  • 12/03/2018 20:48:43

    Ringrazio il sig. Picchio per il suo commento, che condivido.
    Intanto, aggiungo che dal 28/02 è chiuso anche il parcheggio coperto di corso Racconigi. Per chi, come il sottoscritto, aveva un abbonamento annuale (rinnovato a dicembre), pur sempre un sacrifico economico a fronte della certezza di contribuire – poco – a ridurre il pasticcio dei parcheggi, la novità è arrivata il 19/02... scritto anche al Comune: risposte: zero... Tutto rimandato al nuovo bando, sia del mercato coperto sia per la lnuova gestione del parcheggio. Tutto sempre si rimanda e risposte zero... Come per questo sito... Peraltro realizzato, vedo a piè di pagina, anche con fondi EU... Itanto, la verifica dell'utente continua a non funzionare... Lasciamo perdere...

    Nessuna risposta
  • Giorgio Picchio
    Giorgio Picchio  • 09/03/2018 02:05:06

    Vado spesso in Via Vigone e in Corso Racconigi negli uffici Comunali e SORIS, e devo confermare che quanto da Lei scritto e completamente vero.
    Mi auguro che il mercato coperto venga al più riqualificato . Sui tempi ? Ma vedremo
    I cittadini residenti, sono fortunati, "godono" di particolari fragranze domenicali uniche e irripetibili .........
    Lei parla di senso civico e regole . Per quanto mi è dato sapere, il primo non lo insegnano neanche più a scuola, e le regole e le competenze sono così tante, che spesso si contraddicono l'una con l'altra.

    Nessuna risposta